entrophy motobike logo

La “Marla”

La “Marla”

Entrophy era all’alba della sua storia, dopo notti insonni di chiavi inglesi e martelli era  finalmente on-line con le sue creazioni, quando ci contattò un amico del nostro community manager, Marco Peter. Già dal nome si preannunciava l’inizio di un qualcosa di originale e interessante. Eravamo entrambi pieni di idee ed entusiasmo quando scegliemmo una vecchia e cara Moto Guzzi V35 “Imola”, moto dal carattere immenso. Decisi di provarla prima di spogliarla del suo vecchio abito e mi trovai dinnanzi ad un’altra epoca e tutto ciò era incredibilmente interessante e divertente. Tornammo in garage ed iniziammo la metaformorfosi di colei che sarebbe poi divenuta Marla.

Il nostro primo obiettivo era renderla più accattivante e grintosa senza perdere di agilità così modificammo l’avantreno con una forcella completa di un Honda CBR1000. Il risultato ci lasciò senza dubbio soddisfatti e procedemmo al telaio.

Prendendo spunto dal nobile mondo della sartoria optammo per un “taglia e cuci” con cui snellimmo la moto rendendola più corta. Scegliemmo una sella monoposto che offre la possibilità di portare un passeggero, dotato di tanta passione e di un lato B decisamente slim. Ora toccava al serbatoio, Marco voleva un qualcosa di mai visto prima.

Dopo giorni di interrogativi e pensieri a riguardo nel bel mezzo di un brainstorming arrivò l’illuminazione; per render la moto identitaria a 360° andava spazzolata la lamiera per poi andare ad incidere gli stencil dei tatuaggi del nostro Marco, altra sua passione. Il risultato finale fu qualcosa di decisamente scenico e spettacolare. Dulcis in fundo, due gomme aggressive e cattive che cambiavano totalmente il look alla cara “Imola”. Mancava ora l’ultimo tassello, il dettaglio che facesse la differenza e la rendesse ancor più unica, il nome. Chi meglio di un libro avanguardista e generazionale come Fight Club di Chuck Palahniuk poteva servirci l’assist per lo step definitivo. Bene, la nostra moto si chiamerà Marla. Misterioso e intrigante personaggio femminile dell’opera appunto.

Marla ora scorrazza per le strade Umbre attirando l’attenzione di tanti appassionati che rimangono spesso stupiti ed attratti dal suo animo folkloristico e grintoso come il suo strepitoso proprietario.

  • Guzzi V35

Photo gallery

Condividi su:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Altre realizzazioni

triumph regina inglese moto

Triumph Charme

La regina inglese delle moto per eccellenza, la raffinatezza che la rappresenta. Una donna a cui basta uno sguardo, una moto che non ha bisogno […]

Leggi di più…

yamaha virago cafe racer

Virago Wild

Una vera sfida, cercare di scramblerizzare un Chopper, e che Chopper! La Virago, Easy Bike che ha segnato gli anni 80-90 ha scalfito il nostro […]

Leggi di più…

Celeste Astana

Novembre: mese di raccolta. Nel cercar le reti trovai nel retro della mia cantina il telaio distrutto di una Vespa. Come si può rimaner indifferenti […]

Leggi di più…

Ducati Attrezzo Veloce

Arriva impostata nella sua cattiveria, un’anima da conquistare, una bellezza in cerca del tocco di classe. Esagerata nella sua modernità , viene da noi per […]

Leggi di più…

design inglese cafe racer

Triumph Cast Away

Nuda e cruda… la richiesta di ostentare carattere in una moto di cotanta eleganza non è stato un gioco da ragazzi. Capire una moto non […]

Leggi di più…

Bernina

Berni, meccanico KTM ci chiama chiedendoci se potevamo riportare alla luce un suo pezzo d’infanzia, una Vespa 50 L che utilizzava da bambino. Essendo un […]

Leggi di più…