EnglishItalian

News

La storia di Wall.E

Oggi vi racconto una storia…

Anno 2008

Su un pianeta Terra abbandonato dall’umanità,

il solitario e sensibile robottino Wall-E si innamora perdutamente

di un drone sbarcato nella discarica dove vive.

Anno 2020

Siamo sempre sul pianeta terra, ma questa volta nella sede di Entrophy 

e un caro amico,

Michele decide di buttare un vecchio quad, motore 4 tempi.

Magari potremmo immaginarcelo anche lui “solitario e sensibile”                  

di sicuro mi ha trasmesso tenerezza e quindi…

perché buttarlo . . .

Da qui l’idea

tentare di salvare il possibile

e quindi, ripartiamo.

Certo,

il telaio era, come dire, massacrato ?

da solo non avrebbe retto

né come struttura né come “storia”

quindi nulla

sono andato a prendere qualcosa di iconico

che di storia ne ha da vendere

qualcosa che allo stesso tempo fosse

forte, resistente

perché in fondo 

avrei comunque voluto mantenere l’anima del quad

che è sempre un po’ … wild.

Perfetto,

avevo proprio quello che mi serviva

una vespa.

Da qui è nata la nostra rivisitazione

il nuovo   :

l’unione del motore e sovrastruttura di un quad

racchiusi nel telaio di una vespa

qualcosa di

dolce

simpatico

e diciamolo, molto… cool.

Un’innovazione tecnica

che unisce l’estro e il romanticismo.

Che poi nel 2009 Wall.E ha vinto l’oscar come miglio film d’animazione,

… chissà cosa ne sarà della nostra creatura?

Note tecniche:

motore pit bike 4t 125

telaio vespa 50 special

– fanale a led “double eyes

– skateboard vintage come seduta

– costruzione artigianale di carrucole in teflon (per il collegamento e scorrimento della trasmissione)

– pneumatico mini-quad tacchetato

– scarico artigianale

Curiosità:

Il WALL•E del 2008 ovvero il Waste Allocation Load Lifter Earth-Class”

è traducibile come “Sollevatore di carichi per l’allocazione dei rifiuti • serie terrestre”

L’evoluzione della specie ha portato alla creazione di… un nuovo personaggio che unisce in sè tutto ciò che mi, che ci contraddistingue:

la fantasia dei cartoni, l’estro della mente, l’ingegno e il continuo desiderio

di trasformare, di entropia.

…What else ?

Stay Tuned… Stay Entrophy!

Follow us

Non perderti nessuna novità!

contattaci

Siamo a tua disposizione